centro studi

/centro studi

Cassazione 841/2014 – termine presentazione dichiarazione posticipato alla maggiore età in caso di eredi minori 

Con sentenza 841/2014, la Corte di Cassazione si occupa della questione della decorrenza del termine per la presentazione della dichiarazione di successione da parte dell’erede quando la relativa eredità sia stata accettata con beneficio d’inventario nel momento in cui lo stesso era minorenne. La Cassazione infatti precisa che il termine annuale per la presentazione della dichiarazione di successione in caso di intervenuta accettazione con beneficio di inventario in nome di un minore, ha la sua decorrenza, essendo l’eredità accettata con beneficio di inventario, dalla scadenza del termine per la formazione dell'inventario. Ne consegue che, poiché il termine per la presentazione [...]

Di |February 13th, 2015|centro studi|0 Commenti

Cassazione civile n.1972/2015 – rettifiche dichiarazione di successione dopo accertamento con onere della prova correttezza a carico del contribuente 

Premesso che anche la dichiarazione di successione, come ogni altra dichiarazione fiscale, può essere ritrattata e modificata dal contribuente anche una volta scaduti i termini di presentazione, salva eventuale applicazione delle sanzioni corrispondenti e che detta possibilità può essere esercitata anche dopo la notificazione dell’avviso di liquidazione della maggiore imposta; la cassazione precisa, con sentenza n.1972/2015, che gli effetti della rettifica sono diversi a seconda che essa abbia luogo prima della detta notificazione ovvero successivamente. Infatti, nel primo caso, l’ufficio è tenuto a rispettare le risultanze della correzione, fermo restando l’esercizio dei suoi poteri di rettifica in ordine ai valori [...]

Di |February 10th, 2015|centro studi|0 Commenti

Ravvedimento operoso: novità nella Legge di Stabilità 2015 

Con la legge di stabilità 2015 ed in particolare il comma 637 lettera b dell’art. 1 , legge 190/2014, il legislatore ha ritenuto di integrare la materia del ravvedimento operoso prevedendo nuove ipotesi di applicabilità dello stesso con specifiche riduzioni di sanzione. Il contribuente quindi vede estendersi le sue possibilità di procedere, con una sanzione ridotta, alla regolarizzazione della sua posizione fiscale qualora abbia commesso errori od omissioni sanzionabili. Questo il nuovo testo dell’art. 13 del D. Lgs.472/1997 che si occupa del ravvedimento, integrato con le nuove ipotesi previste nella legge di stabilità per il 2015. DECRETO LEGISLATIVO 18 dicembre [...]

Di |January 5th, 2015|centro studi|0 Commenti