Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate prot n.112426 del 15 giugno 2017, l’Agenzia dell’Entrate ha stabilito che il nuovo modello telematico (emanato con provvedimento del 27 dicembre 2016 e in vigore dal 23 gennaio 2017) venga sostituito da una nuova versione che entrerà in vigore il 12 settembre 2017.

La nuova versione comprende alcune modifiche dovute alla necessità di correggere errori contenuti nella prima versione o fare integrazioni per normative introdotte recentemente (es. art.24 bis TUIR inserito ad opera della Legge di Bilancio 2017 che consente alle persone fisiche che intendono trasferire la propria residenza in Italia di “optare per l’assoggettamento all’imposta sostitutiva”).

Ricapitolando dunque, per le successioni apertesi dal 3 ottobre 2006 in poi:
– Dal 23 gennaio 2017 al 11 settembre 2017 – possibilità di utilizzare il nuovo modello (27.12.16) o il vecchio modello 4;
– Dal 12 settembre 2017 al 31 dicembre 2017 – possibilità di utilizzare il nuovo modello (15.06.17) o il vecchio modello 4;
– Dal 1 gennaio 2018 possibilità di utilizzare solo il nuovo modello (15.06.17)

Naturalmente le differenze sono piccole e limitate ad alcuni passaggi di ogni quadro ma non per questo meno essenziali. La struttura del modello rimane la stessa già pubblicata in data 27 dicembre 2016 ma vengono inserite alcune caselle di compilazione aggiuntive.